ricerca dettagliata

News e consigli

Il bidet: dove si usa di più e quali sono le sue origini?
‹ torna indietro

Il bidet: dove si usa di più e quali sono le sue origini?

Dove nasce il bidet

Il bidet nasce in Francia intorno al 1700, il suo presunto inventore fu Christophe Des Rosiers e il suo nome deriverebbe dalla parola bidetto, ossia cavallino, vista la posizione che si assume utilizzandolo. All’epoca della sua invenzione fu subito installato nelle residenze dei reali francesi, arrivando a più di cento installazioni nella sola Reggia di Versailles. Il successo francese fu però breve, negli anni successivi venne rimosso a causa del suo inutilizzo e non arrivò mai ad essere popolare per gli abitanti francesi. 

In Italia il bidet arrivò nel regno delle due Sicilie, grazie alla regina Maria Carolina d’Asburgo-Lorena che ne volle uno per il suo bagno personale all’interno della Reggia di Caserta, e da lì si diffuse pian piano in tutta la penisola. Nel corso degli anni il bidet iniziò però ad assumere una sua connotazione negativa. Tutto cominciò con l’arrivo delle truppe americane in Europa durante la Seconda Guerra Mondiale. I soldati, che abitualmente frequentavano le case di piacere dell’epoca, lo trovarono di uso comune in quei luoghi attribuendogli così una pessima reputazione a livello culturale.

E ai giorni nostri? Quali sono i Paesi in cui è maggiormente diffuso?

L’Italia è sicuramente il Paese in cui il bidet è diffuso sistematicamente nei nostri bagni privati.
Diventa poi di uso comune ma non necessariamente indispensabile anche in Spagna, Portogallo e Grecia.
Da una ricerca effettuata proprio sull’utilizzo di tale sanitario risulta infatti che i maggiori utilizzatori siano ovviamente gli italiani (97%), seguiti dai portoghesi (92%).

In Francia meno della metà dei suoi abitanti usa il bidet (42%), seguita poi da quei Paesi europei in cui il bidet è completamente assente: in Germania solo il 6% della popolazione lo utilizza, in Gran Bretagna solo il 3%.

Fuori dai confini europei il Brasile e l’Argentina risultano essere gli unici Paesi con il maggiore utilizzo, ciò è probabilmente dovuto alla massiccia immigrazione italiana a fine ‘800 in America Latina.
Negli Stati Uniti, dove spesso il wc è situato in una stanza separata dal bagno, la presenza del bidet nelle case private è limitatissima.

Una soluzione? Potrebbe essere un wc con getti di acqua incorporati, una sorta di washlet nipponico.

Un ibrido tra wc e bidet, che metterebbe tutti d’accordo, unito sicuramente ai giusti accessori per il proprio bagno e ad un copriwater ideale per ogni esigenza, renderebbe il nostro bagno perfetto a livello internazionale.

Login

Sei gia iscritto?
Esegui il login con i dati in tuo possesso.

Email
Password
Password Persa?
registrati

Gentili clienti,
causa emergenza nazionale interrompiamo la ricezione di ordini.

Lo staff di Mycopriwater